Categorie
Ciclo mestruale Mestruazioni

Che differenza c’è tra ciclo mestruale e mestruazioni? Facciamo chiarezza!

Alle mestruazioni ci si riferisce in tantissimi modi, uno dei più comuni è “il ciclo”: mi è venuto il ciclo, sono i giorni del ciclo

Con la parola “ciclo” si fa riferimento in realtà a “ciclo mestruale”, ma in modo sbagliato: ciclo mestruale e mestruazioni sono passati ad essere sinonimi nell’italiano di tutti i giorni, ma non sono affatto la stessa cosa.

Qual è quindi la differenza tra ciclo mestruale e mestruazioni?

Il ciclo mestruale

Per ciclo mestruale si intende il periodo di tempo che va dal primo giorno di una mestruazione (il primo giorno in cui si comincia a sanguinare) al primo giorno della mestruazione successiva.

Normalmente il ciclo mestruale viene considerato di 28 giorni, ma è molto difficile che una donna mestrui con questo “tempismo”: è più facile che il ciclo vada dai 21 ai 35 giorni (dai 21 ai 45 nelle ragazze giovani, prima dei 18 anni).

Durante il ciclo mestruale si susseguono quattro diverse fasi:

  1. fase mestruale (i giorni delle mestruazioni, in cui avvengono le perdite di sangue)
  2. fase follicolare (una volta ricostruito l’endometrio il follicolo che rimane nell’ovaio continua a maturare)
  3. fase ovulatoria (o ovulazione, il follicolo produce l’ormone luteinizzante grazie al quale l’ovulo matura e viene trasportato nelle tube di Falloppio)
  4. fase luteale: se l’ovulo non viene fecondato il follicolo si trasforma in corpo luteo, se viene fecondato si impianta nell’utero)

Dopo la fase luteale ricomincia la fase mestruale, ma delle varie fasi del ciclo nel dettaglio parleremo più avanti in un altro post.

Le mestruazioni

Le mestruazioni sono le perdite di sangue della fase mestruale del ciclo; il flusso mestruale dall’utero passa attraverso la cervice e fuoriesce dalla vagina.

Le mestruazioni possono durare dai 3 ai 5 giorni circa e possono essere più o meno abbondanti a seconda della persona (o della situazioni fisica ed emotiva in cui si trova).

Come abbiamo già detto in un nostro precedente post, il flusso mestruale è composto dalle cellule dell’endometrio che si sfalda, sangue e secrezioni vaginali: queste perdite di sangue si verificano infatti perché, se non c’è stata fecondazione, l’endometrio (la mucosa che riveste l’utero e che ogni mese si prepara per accogliere un eventuale ovulo fecondato) si sfalda e viene eliminato dall’organismo.

Allora non si può dire “ho il ciclo”?

Ormai l’espressione “avere il ciclo” (o utilizzare la parola “ciclo” per indicare le mestruazioni) è entrata a far parte della nostra lingua tanto che se utilizziamo questa espressione con il nostro ginecologo, probabilmente non si prenderebbe neanche la briga di correggerci.

Non sentiamoci quindi colpevoli se lo utilizziamo nella conversazione, ma teniamo a mente che mestruazioni e ciclo mestruale sono due cose ben diverse: di quest’ultimo – il ciclo mestrualene parleremo in dettaglio a breve!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Di Stella Fumagalli

Classe 1986, scrivo su diversi blog dal 2011.
Sono un'appassionata di scienza, femminismo, animali, film horror e tatuaggi.
Amo leggere, odio cucinare, sono intollerante con chi non tollera.
Stay human.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *